Piante per la Fitodepurazione

Iris pseudacorus (Giaggiolo acquatico)

Disponibile in multipot H 0,25-0,40. Pianta eretta, alta fino a 150 cm., con rizoma obliquo scuro, del diametro di un centimetro e fusto in parte eretto che può essere lungo come le foglie. Le foglie grigio-verdastre si dipartono dalla base della pianta, formando una specie di stretto ventaglio; sono di forma spadiforme, parallelinervie, con nervatura mediana sporgente, sono larghe fino a 3 cm, le spate fiorali hanno dimensioni minori. Ogni anno la pianta emmette nuovi getti dal rizoma. I fiori sono raccolti a gruppi all’ascella di grandi brattee verdi, di forma attinomorfa hanno diametro che può superare i 10 cm e sono di un intenso colore giallo dorato. La morfologia è piuttosto complessa, essendo il fiore formato da due verticilli di tre tepali ciascuno posti in posizione alternata. Il verticillo esterno è formato da grandi tepali che nella parte distale si ripiegano verso il basso e sono screziati di marrone. I tre tepali interni sono più piccoli di forma allungata e rivolti verso l’alto. I tepali sono nella parte basale saldati a formare un breve tratto tubuloso. L’ovario è infero, triloculare e ha uno stilo diviso in tre lobi di forma petaloide di colore giallo che, coprendo i tre stami, impediscono l’autofecondazione e contribuiscono all’aspetto vessillifero. Impollinazione tipicamente entomofila con una architettura complessiva del fiore che indirizza le api verso i nettari, strofinandosi sotto i grandi stami, tuttavia è una pianta completamente priva di profumo I frutti sono grandi capsule triloculari contenenti numerosi semi. A maturità le capsule si aprono liberando i semi, bruno-giallastri, che galleggiano e vengono facilmente portati alla deriva. Habitat: Terreni umidi. Fiorisce da aprile a luglio.0-300 m.Per la sua resistenza a condizioni di elevato inquinamento biologico viene utilizzata negli impianti di fitodepurazione, ma anche per biopiscine e biolaghi.

Codice Articolo: IRIS-EC